tremosine borgo del garda

Tremosine: dalle acque cristalline ai pendii montuosi.

Tremosine.

È il brivido della terrazza sul lago, l’antro della forra, lo sguardo dall’alto alle acque mosse dai venti.

Gustav Klimt abita qui, nella memoria di chi guarda. Lo documenta la targa apposta nel 2003 sulla parete esterna dell’ex albergo Morandi, dove l’artista soggiornò tra luglio e agosto del 1913, quando il Garda incominciava ad attrarre viaggiatori colti in cerca di sentori mediterranei, sulla scia del diario di Goethe. Immutato, oggi, quel racconto di lago: alle spalle di Tremosine  – dai 100 metri sul lago ai 2000 delle cime – si estende il Parco Alto Garda bresciano che sprofonda nelle acque con terrazze da brivido, mentre increspano le onde il Pelèr che spira da nord a sud al mattino e l’Ora da sud al pomeriggio. Un incrocio di brezze, monti e lago lo incoronano tra i Borghi più belli d’Italia, di certo tra i più originali del Garda.

tremosine klimt
tremosine garda

PANORAMI AVVOLGENTI

Arrivare a Tremosine è come squarciare un antro: si passa at- traverso la forra del Brasa, dove la roccia è stata scavata per secoli dagli agenti naturali; altro percorso è la Tignalga, che sale da Tignale e un’altra ancora scende da Limone. Poi si aprono panorami avvolgenti suddivisi nelle diciotto piccole frazioni del comune. A pelo d’acqua sta Campione; le altre Ariàs, Bassanega, Cadignano, Castone, Mezzema, Musio, Pregasio, Priezzo, Seca- stello, Sermerio, Sompriezzo, Ustecchio, Vesio, Villa, Voiandes, Voltino e Pieve, che è il capoluogo sono sparse sull’altopiano. Il Comune, esteso su circa 72 kmq. di territorio, è uno dei più vasti della provincia di Brescia ma conta poco più di 2 mila abitanti nei piccoli centri adagiati tra vallette, poggi, pianori dove la flora mediterranea di olivi e oleandri lascia il posto, mano a mano che si sale, a quella montana. Incantevoli sono le mulattiere lungo i pendii delle montagne, nei luoghi della Grande Guerra, itinerari emozionanti per trekking, escursioni, mountain bike, mentre continua il successo del tennis – oltre sessanta campi sono presenti nel territorio – e, a Campione, di sport d’acqua come windsurf, kite-surf e vela. Rinomata la “Formagella di Tremosine” (con una sola “g” per distinguerla dalle altre), prodotta dal Caseificio socia- le, in filiera diretta dall’alpeggio alla tavola.

MUSEO DI TREMOSINE

Un vero must, il MUST, Museo di Tremosine, dedicato alle vicenda della Grande Guerra sull’Alto Garda e, più in generale, alla storia e al territorio di Tremosine. È un acronimo che esprime in ogni lettera quattro simboli dei luoghi: M ricorda i monti che circondano l’ambiente comunale; U rappresenta il lago; S allude ai tornanti sinuosi della strada della forra, una meraviglia da Unesco; T raffigura la linea verticale delle teleferiche che collegavano l’altopiano al lago.

tremosine museo della guerra

KLIMT A TREMOSINE

“In questa casa soggiornò e dipinse Gustav Klimt”, si legge sulla targa commemorativa, fatta applicare per amore verso l’arte e la storia di Tremosine da Marcello Cobelli, al tempo in cui era presidente della Biblioteca comunale, mentre oggi lo è di quella di Salò. “Avevo sentito cenni sull’illustre presenza, ma si erano perse tracce e documenti; dopo attenta ricerca sono riuscito a ricostruire testimonianze attendibili tra cui si pongono, in modo induttivo, gli stessi quadri dell’artista”. Si tratta delle pregevoli opere ad olio Malcesine sul lago di Garda, distrutta in un incendio nel 1945 (rimane, per fortuna, una fotografia) e La chiesa di Cassone, conservata a Roma. «Visto che Malcesine si trova di fronte a Tremosine, conclude Cobelli, è verosimile che l’artista abbia dipinto le tele su un cavalletto dal porto di Tremosine, puntando il cannocchiale sulla riva opposta». Il grande esponente della Secessione viennese, autore di ritratti, disegni, rappresentazioni ad alto grado di sensualità, realizzò anche paesaggi, quando il viaggio e l’ispirazione accesero il suo fuoco artistico, come accadde nell’estate 1913 a Tremosine.

INFORMAZIONI

Comune di Tremosine

Via Papa Giovanni XXIII, tel. 0365 915811

Proloco

Piazza Marconi 1, tel. 0365 953185,

MUST

Museo di Tremosine a Villa Paradiso, Viale Europa 11, tel. + 39 0365-918061 Aperto tutti i giorni in orario 10.00 - 13.00 / 15.00 - 18.00

Un lago è il tratto più bello ed espressivo del paesaggio. È l’occhio della terra, a guardare nel quale l’osservatore misura la profondità della propria natura.
(Henry David Thoreau)
tremosine cobelli