funivia malcesine monte baldo

Funivia Malcesine Monte Baldo.

Dal lago al cielo

Profili di acque, nuvole e creste montane accompagnano il viaggio in funivia tra Malcesine e il Monte Baldo. Colpisce, della citta della medioevale-veneziana di Malcesine, la continuità tra lago e montagna, raggiungibile in pochi minuti attraverso la cabina rotante. Mentre il Garda si allontana, quietandosi in una vasta conca d’ispirazione mediterranea, il turbine dell’aria è attraversato dal movimento meccanico verso il cielo, sopra le nuvole, dove il respiro restituisce leggerezza. Questa sequenza d’atmosfere, dal castello scaligero a picco sul lago, agli alpeggi montani raggiunti velocemente godendo un panorama a tuttotondo, è l’emozione che prelude all’arrivo sul monte Baldo, considerato l’alter ego del paesaggio gardesano.

L’impianto della Funivia è diviso in due tronchi: il primo, Malcesi- ne-S. Michele di 1512 m. di lunghezza e 463 m. di dislivello; il secondo, S. Michele-Tratto Spino, di 2813 m. di lunghezza e 1187 m. di dislivello. La sua unicità è rappresentata dalla cabina del secondo tronco che ruota su se stessa, offrendo ai passeggeri una visione a 360°e la sensazione di volare; l’impianto è in grado di funzionare anche in condizioni avverse e di notte. Notevoli sono stati negli ultimi quattro anni gli interventi di restyling operativo riguardanti la biglietteria, l’area ristoro, l’ingresso e il viale, gli interni della stazione e la sua climatizzazione, l’info point, fino allo chalet “Falco”.

PANORAMI INCANTEVOLI

La funivia panoramica parte da uno spiazzo tra gli ulivi e porta dalla terra al cielo superando un dislivello di 1650 metri, in un blitz dalle spiagge assolate alla calma contemplativa delle cime. Stupendo il paesaggio sottostante in ogni stagione: dalla vegetazione sub-mediterranea con viti, olivi, cipressi, oleandri e lecci nella fascia lacustre a boschi di roverella, carpino, frassino e castagneti verso i 500 -700 metri; seguono le faggete e le pinete sopra i mille metri mentre i pascoli, gli alpeggi e i mugheti portano fino alle cime rocciose. Teatro naturale per la fioritura di orchidee (oltre 60 specie, da marzo ad agosto a seconda dell’altitudine) e stelle alpine, anemone baldense, peonia selvatica. D’inverno, il colpo d’occhio tra la superficie morbi- da e blu del lago e il selvaggio verde cupo e rossiccio della vegetazione fino ai pascoli innevati, è uno straordinario ritratto di paesaggio. Chi vuole provare una pista da sci emozionante può scendere alla fermata di Tratto Spino e via….sulla pista di Pra Alpesina. Di grande appeal l’ippostrada del Baldo sugli antichi sentieri della transumanza, che si snoda per oltre 100 chilometri.

funivia malcesine monte baldo
funivia malcesine monte baldo

PERCORSI E SPORT

Sia d’estate che d’inverno si possono praticare sul Baldo numerosi sport (mountaine bike, parapendio, sci, trekking, volo libero, snowboard, ciaspole). Memorabili le escursioni tra piante e fiori rari (dalle orchidee alle specie autoctone baldensis), circondati da una ricca fauna, tra cui una miriade di farfalle, aquile, galli cedroni, caprioli e marmotte. Sui dirupi più impervi regna incontrastato il camoscio. I percorsi segnati sulle carte topografiche annunciano già nel nome la scoperta che sarà: “Il Baldo e il panorama”; “I Prai – prati di Malcesine”; “La Foresta”; “Le creste”; “La Pozza delle stelle”; “Giro delle Malghe”.

FARMACOPEA FLORA FAUNA

Il “Paterno Monte” dei veronesi (Giosuè Carducci) ha una ricchez- za botanica eccezionale come “Hortus Italia”, così definito dallo studioso Giovanni Battista Olivi nel 1584. Prima di lui, nel 1566, il farmacista e botanico Francesco Calzolari “Speziale alla Campana d’Oro in Verona” scrisse la famosa operetta Viaggio di Monte Baldo, resoconto di spedizioni scientifiche sul rilievo prealpino, anche per raccogliere erbe medicinali. Se la farmacopea rinascimentale ha tro- vato alimento sul Baldo, oggi bellezza e rarità sono rappresentate da 1952 specie, 72 endemismi, 3 esclusive: il Calliantemo di Kerner delle creste, la Brassica repanda degli spalti di Brentino-Belluno e della Madonna della Corona ed il Velo da Sposa di Garda e Marciaga. La fauna baldense è costituita da volatili quali aquila reale, nibbio, allocco gufo reale fino all’upupa al fagiano ed molti altri ancora. Tra i mammiferi ecco il tasso, la volpe, la donnola e la faina, il capriolo, il camoscio che domina sovrano dalle cime più alte e poi la marmotta, quasi il simbolo del Monte Baldo, che è facilissimo incontrare verso sera. 

funivia malcesine monte baldo

Cabine rotanti in grado di far apprezzare a pieno il panorama unico del Monte Baldo e del Lago di Garda.

Emoziona il viaggio sulla Funivia Malcesine Monte Baldo: mentre il Garda si allontana, quietandosi in una vasta conca mediterranea, il turbi- ne dell’aria è attraversato dal movimento della cabina rotante verso il cielo, sopra le nuvole, dove il respiro restituisce leggerezza.

ORARI

SCARICA IL PDF: ORARI E TARIFFE ESTATE 2019 DAL SITO.

Dove

Via Navene Vecchia, 12 37018 Malcesine (VR) Telefono +39.045.7400206 Email info@funiviedelbaldo.it